IVA
In attesa dell’approvazione del decreto legislativo che recepisce nell’ordinamento nazionale le norme comunitarie, l’Agenzia delle Entrate, con la Circolare n. 58/E del 31 dicembre 2009, ha fornito le prime indicazioni per una corretta applicazione delle nuove regole, in tema di territorialità IVA, a partire dal 1° gennaio 2010. Tale circolare rispecchia nella sostanza la Direttiva n. 2008/8/CE, prevedendo il venir meno del luogo di utilizzo per i servizi disciplinati dall’ormai ex art. 7, comma 4, lett. d) del D.P.R. n. 633/1972 (a titolo esemplificativo: prestazioni pubblicitarie, prestazioni tecnico legali, ecc.).

di Stefano Setti
ACCERTAMENTO
Con la Circolare n. 54/E del 23 dicembre scorso, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito taluni punti dubbi relativi ai termini per l’accertamento ai fini di Irpef, Ires ed Iva in presenza di violazioni che assumono rilevanza penale, ai sensi del D.Lgs. 10 marzo 2000
n. 74, contenente la disciplina delle sanzioni penali tributarie (dichiarazione fraudolenta, frode fiscale, ecc.).

di Paolo Duranti
AGEVOLAZIONI
Un aspetto molto delicato, che spesso giunge all’esame delle Commissioni tributarie, è rappresentato dagli effetti conseguenti all'omesso o tardivo invio del modello (cosiddetto CVS) ai fini della fruizione del credito di imposta per gli investimenti nelle aree svantaggiate, previsto dall'art. 8 della Finanziaria 2001 (L. 23 dicembre 2000, n. 388). Ora il Fisco interviene - con la Circolare 23 dicembre 2009, n. 55/E - per chiarire questo punto.

di Paolo Duranti
RIMBORSI
Una bella notizia dal Fisco: presto nelle tasche degli italiani arriveranno circa 940 milioni di euro, grazie ai quasi 800.000 rimborsi deliberati.
IVA
Sono state precisate le modalità di apposizione del visto di conformità necessario per effettuare compensazioni Iva per importi superiori a 15.000 euro.
VERSAMENTI
L’Agenzia delle Entrate ha chiarito i limiti entro i quali le società di persone e i soggetti equiparati ai sensi dell’art. 5 del TUIR possono effettuare compensazioni di crediti conseguenti all’applicazione delle ritenute.
ACCISE
In materia di accise, l’Agenzia delle Dogane segnala alcune novità entrate in vigore col nuovo anno relativamente a determinati regimi fiscali. Si tratta in particolare del regime impositivo relativo alle emulsioni stabilizzate di olio da gas con acqua, nonché al gasolio e al GPL usati come combustibile per riscaldamento in alcune zone del territorio nazionale climaticamente svantaggiate.
ACCISE
È disponibile sul sito dell’Agenzia delle Dogane una tabella contenente l’elenco delle aliquote nazionali vigenti nel settore delle accise. Nella tabella, in particolare, sono elencate, con esclusione dei tabacchi lavorati, le aliquote: sui prodotti energetici e l’elettricità; sugli alcoli; sugli oli lubrificanti e sui bitumi; sulle emissioni inquinanti (SO2, Nox).
PREVIDENZA
L’Istituto nazionale di previdenza comunica che sono state completate le operazioni di rinnovo dei mandati di pagamento delle pensioni relative al 2010.
IMMOBILI
In materia immobiliare, un recente accordo tra Agenzia del Territorio ed Associazione Bancaria Italiana permetterà uno scambio di informazioni e di dati al fine migliorare l’offerta dei servizi.
CAMBI
É stato accertato il cambio delle valute estere per il mese di novembre 2009 con provvedimento pubblicato sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate.
ADEMPIMENTI
L’Agenzia delle Entrate ha emanato una guida, destinata agli operatori turistici, contenente tutti gli adempimenti fiscali in vista dei prossimi giochi invernali (che partiranno il 12 febbraio).
RASSEGNA STAMPA
IVA
L'imposta sul valore aggiunto sta creando notevoli difficoltà ad imprese e professionisti. Da un lato vi sono i problemi legati alla mancata approvazione da parte del governo del decreto legislativo di recepimento delle direttive IVA comunitarie e i ritardi di alcuni provvedimenti attuativi, dall'altro restano i dubbi connessi alle disposizioni riguardanti la stretta sulle compensazioni dell'imposta.
Il Sole 24 Ore del 5 gennaio 2010, pag. 24,
Marco Bellinazzo
SCUDO FISCALE
La nuova versione dello scudo fiscale prevista dall’art. 1, comma 1, del D.L. n. 194/2009, che ha riaperto i termini per far emergere le attività patrimoniali e finanziarie detenute irregolarmente all’estero, a differenza della precedente edizione della sanatoria, non prevede più un termine iniziale per effettuare le operazioni di emersione, ma solo quello finale del 30 aprile 2010.
Il Sole 24 Ore del 5 gennaio 2010, pag. 23,
Marco Piazza
AGEVOLAZIONI
Il D.L. 30 dicembre 2009 n. 194 , cosiddetto decreto milleproroghe, ha abrogato le norme che prevedono i benefici fiscali su imposte dirette ...
Il Sole 24 Ore del 5 gennaio 2010, pag. 23,
Amedeo Sacrestano
ACCERTAMENTO
La Corte di Cassazione con la sentenza n. 28047 depositata il 30 dicembre 2009 ha ritenuto che in caso di omessa presentazione ...
Il Sole 24 Ore del 5 gennaio 2010, pag. 24, Francesco Falcone, Antonio Iorio

a cura di Nicla Corvacchiola,
Cesare Di Gio Battista, Andrea Mennilli

a cura di Massimo Cafueri, Elvira Elia,
Immacolata Presta - Fondazione ODCEC Brindisi
DOCUMENTAZIONE UFFICIALE
LEGISLAZIONE
Agenzia delle Entrate -
Direzione Centrale Normativa
Cambi novembre 2009
PRASSI
Agenzia delle Entrate
Visto di conformità, compensazione crediti IVA superiori a 15.000 euro
Agenzia delle Entrate
Società di persone e compensazioni
Agenzia delle Dogane
Novità accise 2010
INPS
Pagamenti pensioni 2010
Agenzia delle Entrate
In arrivo rimborsi dalle Entrate
Agenzia delle Dogane
Accise: aliquote vigenti
Comunicato Stampa 30 dicembre 2009
Abi
Immobili: catasto e banche
PRIMA LETTURA
di Paolo Duranti
La Finanziaria 2010 è legge: con l’approvazione in via definitiva del Senato lo scorso 22 dicembre, e la successiva pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale (G.U. n. 302 del 30 dicembre 2009), la legge di bilancio è entrata in vigore il 1° gennaio. Di seguito una sintesi dei provvedimenti che incidono sugli adempimenti tributari o che comunque rivestono interesse per il professionista fiscale e contabile.
CIRCOLARE MONOGRAFICA
Immobili patrimonio
di Mauro Longo
È piuttosto frequente che un’impresa decida di effettuare un investimento acquistando un immobile abitativo.
La disciplina fiscale riservata a questi immobili è assai complessa e molto spesso penalizzante per l’impresa, soprattutto a partire dall’anno 2005.
COMMENTI
La tariffa professionale
e l’organizzazione del
lavoro di studio
di Alessandro Lini
Il Consiglio Nazionale Dottori Commercialisti ha presentato al ministero competente la proposta di tariffa professionale per gli iscritti, mantenendo pressoché invariata la struttura e recependo le nuove funzioni previste dal D.Lgs. n. 139/2005, nonché tutte quelle attività oramai entrate nel quotidiano dell’esercizio della professione.
AGGIORNAMENTO LIVINGBOOK
image

Le imprese e i finanziamenti bancari -
Strumenti di credito tradizionali e innovativi

di Michelina Carrano, Renato Votta

Un testo che consente di acquisire la conoscenza di tutti i principali strumenti di finanziamento offerti oggi da un istituto di credito a un'azienda.
Il testo aggiornato è pragmatico ma rigoroso dal punto di vista metodologico, utile sia per il professionista, sia per l’imprenditore e per il direttore finanziario o amministrativo.
COMMENTI
Antiriciclaggio:
le novità per i professionisti
(D.Lgs. 151/2009)
di Luciano De Angelis
Adeguata verifica, immediata per i nuovi clienti, ed obbligo di registrare i dati relativi al titolare effettivo. Obblighi di adeguata verifica anche per revisori, associazioni di categoria e caf che operano nel settore delle contabilità e
dei tributi. Esclusione oggettiva dagli obblighi per la redazione e trasmissione di ogni dichiarazione fiscale, ed esclusione soggettiva per i sindaci e per gli altri organi di controllo endosocietario. Adeguata verifica in soffitta anche per le operazioni collegate ...
QUESITI
Detrazione 36%: comunicazione
inizio lavori in ritardo
Un cliente ha ristrutturato la propria abitazione predisponendo tutte le pratiche necessarie, effettuando i pagamenti tramite bonifici con tutte le indicazioni necessarie, ma commmettendo un errore: ha effettuato la comunicazione di inizio lavori dopo l'inizio degli stessi. Il decreto interministeriale 18 febbraio 1998, n. 41 (decreto attuativo previsto dalla legge che istituisce l'agevolazione) sanziona questa negligenza con la decadenza dall'agevolazione. Non si ritiene che la decadenza sia sanzione eccessiva rispetto alla necessità, contenuta nell'art. 1 della legge 27 dicembre 1997, n. 449, di contenere "il fenomeno dell'evasione fiscale e contributiva" o di veriifcare "l'osservanza delle norme in materia di tutela della salute e della sicurezza sul luogo di lavoro e nei cantieri"? ...